Quando programmare il controllo dal dentista

Quando programmare il controllo dal dentista

Molto spesso ci si rivolge al proprio dentista soltanto nel momento in cui si iniziano ad avvertire dolori e fastidi ai denti. Sottovalutare in questo modo l’importanza di una visita periodica di controllo può essere però molto pericoloso. Una corretta igiene dentale non assicura infatti l’assenza di problematiche al cavo orale, che possono essere individuate tempestivamente solo dall’occhio esperto del proprio specialista. Vediamo quindi assieme ogni quanto è necessario fare una visita di controllo completa dal proprio dentista, sia per gli adulti sia per i bambini.

Ogni quanto fare un controllo odontoiatrico?

Per gli adulti, è consigliato fare un controllo odontoiatrico circa ogni 6 mesi. Questo permette infatti di intercettare i problemi dentali sul nascere, quando sono ancora in fase di sviluppo, e di programmare subito una terapia mirata che ne arresti il progredire. Molte problematiche legate al cavo orale sono infatti patologie praticamente invisibili, che non si riescono a notare ad occhio nudo, e che spesso sono asintomatiche nei primi stadi: questo vuol dire che quando i sintomi iniziano a comparire, la patologia non è già più ad uno stadio iniziale. È il caso ad esempio della gengivite, difficile da diagnosticare senza l’aiuto di un dentista e che se non curata può portare all’insorgere della parodontite, una malattia del cavo orale irreversibile. Effettuare dunque un controllo odontoiatrico con una cadenza regolare aiuta notevolmente a prevenire numerose problematiche, oltre che a migliorare la qualità della pulizia orale e della salute generale della bocca.

Con la stessa cadenza semestrale è opportuno anche procedere con una pulizia dei denti professionale e con la detartrasi, cioè la rimozione del tartaro. Quest’ultimo infatti si forma e si deposita quotidianamente tra i denti e le gengive, anche se l’igiene orale è impeccabile. Bastano quindi piccole accortezze e controlli regolari per avere sempre denti bianchi, puliti e bianchi!

Quando fare una visita dal dentista ai bambini?

Nei bambini, la prima visita dal dentista deve essere fatta quando tutti i denti da latte sono nati, quindi attorno ai 3/4 anni. L’obiettivo di questo primo controllo è quello di verificare lo stato di salute dentale, la regolarità della crescita delle ossa mandibolari e l’armonia tra le arcate dentali. Dai 3/4 anni fino ai 6 anni, il controllo odontoiatrico deve diventare annuale, salvo complicazioni: queste visite servono per intercettare e intervenire sulle mal occlusioni, sulle abitudini viziate dovute al ciuccio, al biberon e alla suzione del pollice e per intervenire se sono presenti carie nei denti decidui, cioè da latte. Infatti, anche se questi denti verranno sostituiti, le carie devono comunque essere curate, per non portare all’insorgere di infezioni, ascessi, malocclusioni, spostamenti dentali e disagi durante la masticazione. Passati i 6 anni invece, si consigliano visite semestrali, più ravvicinate quindi, perché è importante riconoscere per tempo le possibili anomalie dei denti permanenti che stanno nascendo e controllare lo spazio nelle arcate per favorire una crescita regolare dei denti permanenti.

Share:

Leave comment

Piazza Germanetti 13 Borgofranco d'Ivrea (TO)
Telefono
0125752173
Cellulare
3405728786