Impianto a carico immediato: quando serve e quando no

Impianto a carico immediato: quando serve e quando no

L’impianto a carico immediato è l’ultima tecnologia moderna dell’implantologia dentale che consente, anche a costi sostenuti, di sostituire gli elementi dentali persi sia negli adulti che nei bambini. Dopo aver effettuato delle radiografie ai fini diagnostici, si può procedere con l’intervento in sé: l’impianto viene fissato direttamente all’osso della mascella o mandibola andando pertanto a sostituire il dente mancante. Grazie a questo particolare tipo di operazione è possibile riprendere l’attività masticatoria in meno di 48 ore.

Si vanno ad evitare altri interventi più invasivi riuscendo a restituire al paziente quel sorriso che da tempo desidera di mostrare. La riabilitazione fissa applicata sull’elemento dentale, difatti, diviene la soluzione per contrastare la sensazione fastidiosa di protesi mobili come le dentiere, avendo invece un risultato estetico come quello naturale. L’inserimento di perni in titanio (biocompatibile per l’organismo) funge da sostegno fisso per i denti artificiali.

Ma, non tutti possono richiedere tale intervento. Per usufruirne infatti il paziente deve soddisfare alcune “condizioni”, ovvero:

  • Avere un osso di buona qualità e densità su cui possa essere installato l’impianto;
  • Avere un supporto parodentale (gengivale) in buono stato;
  • Non essere affetto da fenomeni come il bruxismo o malocclusioni che andrebbero ad ostacolare l’installazione dell’impianto;
  • Deve esserci un buon bilanciamento occlusale;
  • Deve sussistere una stabilità degli impianti superiore ai 35 N/CM. Quest’ultima viene monitorata direttamente dall’implantologo.

Impianto a carico immediato: le opinioni dei pazienti

Chi si rivolge al proprio dentista di fiducia per avere maggiori informazioni sull’impianto a carico immediato richiede innanzitutto di valutare insieme allo specialista quali possano essere i pro e i contro dell’intervento. Bisogna innanzitutto considerare l’immediatezza con cui verrebbe effettuato, che consentirebbe per l’appunto un ripristino del sorriso naturale e della masticazione in massimo 48 ore. Non sono da sottovalutare poi, come emerge dalle opinioni dei pazienti, che si tratta di un’operazione per nulla invasiva o dolorosa. A differenza di altri interventi, con l’impianto a carico immediato le gengive non subiscono alcun tipo di incisione (e conseguentemente non sono necessari punti di sutura). Non restano dunque né traumi post-operatori né cicatrici. Varrà la pena allora recarsi presso lo studio dentistico del Dott. Sandrono Pietro per saperne di più!

Share:

Leave comment

Piazza Germanetti 13 Borgofranco d'Ivrea (TO)
Telefono
0125752173
Cellulare
3405728786