Gnatologia dentale

Gnatologia dentale

Gnatologia dentale

Gnatologia dentale: cos’è?

La gnatologia dentale si occupa delle disfunzioni stomatognatiche (cioè a carico degli apparati coinvolti nella masticazione, deglutizione, postura, respirazione e fonatoria) causate da patologie delle articolazioni temporo-mandibolari (ATM). Tramite questa branca dell’odontoiatria si ripristina il corretto equilibrio delle arcate dentali e dell’apparato stomatognatico, risolvendo così i problemi legati a postura e apparato scheletrico.

Quando fare una visita gnatologica

La visita gnatologica diventa necessaria quando si presentano questi sintomi:

  • Cefalea e dolori cervicali (o facciali vicino all’orecchio), causati proprio da un’occlusione dentale o da problemi di masticazione;
  • Vertigini e blocchi della mandibola;
  • Malocclusioni per operazioni odontoiatriche eseguite scorrettamente;
  • Traumi che comportano disturbi della mandibola;
  • Scatto della mandibola ogni qualvolta si apre o si chiude la bocca;
  • Disturbi nella postura, mal di schiena o dolori alle spalle e alle gambe;
  • Acufeni e “morsi aperti” (mancanza di contatto tra le due arcate quando si provano a serrare i denti);
  • Digrignamento dei denti.

La visita inizia con il medico gnatologo che cerca di ricostruire il quadro clinico del paziente ponendogli determinate domande. Poi, tramite una serie di test strumentali (come la risonanza magnetica, l’ortopanoramica, la Kinesiografia della mandibola, la pedana postumetrica e stabilometrica), si raccolgono i dati per valutare lo stato dell’apparato dentario, stomatognatico e temporo-mandibolare del paziente.

Risolvere i disordini temporomandibolari: la visita gnatologica è un primo passo

I disordini temporomandibolari sono causati da problemi ai muscoli (dolore e tensione muscolare) o alle articolazioni della mascella (incoordinazione condilo-discale dell’articolazione temporomandibolare). Anche l’artrite, l’anchilosi e l’ipermobilità possono essere all’origine dei disturbi. Talvolta, inoltre, tali patologie possono essere scatenate da una componente psicologica (come il bruxismo da stress o nervosismo).

Tuttavia, si tratta di problemi che possono essere facilmente curati con trattamenti specifici. È necessaria, dapprima, una visita gnatologica e poi, a seconda del problema, il medico gnatologo prescriverà antidolorifici e bite, fisioterapia e, in casi estremi, riterrà opportuno procedere con un intervento chirurgico. Per maggiori informazioni, consulta gli esperti dello studio dentistico Sandrono.

Leave comment

Piazza Germanetti 13 Borgofranco d'Ivrea (TO)
Telefono
0125752173
Cellulare
3405728786