Estrarre denti del giudizio: quando toglierli e come intervenire

Estrarre denti del giudizio: quando toglierli e come intervenire

Si chiamano comunemente “denti del giudizio” in quanto compaiono in arcata nell’età del giudizio, in media tra i 18 e i 25 anni, completando la dentizione permanente. Può in realtà anche verificarsi una comparsa tardiva, dopo i 40 anni, o che rimangano inglobati nell’osso o nella gengiva. Ma quanti sono i denti del giudizio? Si tratta di 4 denti molari che completano le arcate dentali posizionandosi nell’arcata più interna della bocca, tanto che perciò vengono chiamati anche “ottavi”. Perlopiù sono 4, ma in alcuni soggetti ne possono comparire di più (iperdontia) e in altri meno (ipodontia).

La loro funzionalità risulta in verità irrilevante. Sono solo un retaggio del naturale corso evolutivo dell’essere umano. Nell’antichità infatti servivano ai primitivi per facilitare la masticazione di cibi duri come la carne cruda. Oggi invece, data la nuova dieta alimentare, le dimensioni della mandibola e della mascella si sono ridotte con conseguente meno spazio per la crescita degli ottavi. Talvolta diventa quindi impellente estrarre i denti del giudizio. Vediamo quando e come si interviene.

Quando estrarre i denti del giudizio

Si possono verificare diverse circostanze in cui estrarre i denti del giudizio diventa l’unica soluzione possibile. Ciò si verifica quando:

  • Compaiono solo parzialmente creando un’infiammazione della gengiva (disodontiasi o pericoronite). Si accumula il residuo dei cibi e di conseguenza i denti rischiano di cariarsi;
  • Sono parzialmente comparsi o risultano inclinati. Come nel caso precedente, si andrebbe incontro ad infiammazioni ed ascessi specie a carico del penultimo molare;
  • Crea problemi parodontali o sono presenti carie;
  • Ci sono ascessi frequenti;
  • Potrebbero vanificare l’azione di un apparecchio ortodontico.

Estrarre i denti del giudizio fa male?

Estrarre i denti del giudizio non fa male, in quanto prima di intervenire viene effettuata al paziente l’anestesia locale. È possibile, tuttavia, che dopo l’estrazione si verifichino dolore o gonfiore, ma con antibiotici o antidolorifici passeranno in poco tempo. Per evitare tale problematica nello studio dentistico Sandrono si ricorre ad una premedicazione con antibiotici il giorno precedente l’intervento e ad un anti-infiammatorio steroideo post operatorio.

Non sai se sia il caso di estrarre i denti del giudizio? Prenditi cura della tua bocca, contattaci subito per una consulenza!

Share:

Leave comment

Piazza Germanetti 13 Borgofranco d'Ivrea (TO)
Telefono
0125752173
Cellulare
3405728786