Digrignare i denti nel sonno: un disturbo comune

Digrignare i denti nel sonno: un disturbo comune

Il bruxismo, ovvero l’atto involontario di stringere e digrignare i denti nel sonno, è un fenomeno molto comune e diffuso, ma di facile risoluzione. Prima di tutto però, per curarlo, bisogna conoscerne le cause e rivolgersi tempestivamente al personale dello studio dentistico di fiducia per ovviare al problema.

Innanzitutto, precisiamo che il bruxismo possa causare lo sfregamento dei denti e conseguentemente danneggiare la naturale fisiologia della dentatura con l’usura delle due arcate dentali. Non solo, oltre ad accelerare il processo di deterioramento dentale, causa cefalee e patologie a carico dell’apparato muscolo-scheletrico.

All’origine del problema ci sono cause psicologiche come ansia, stress, tensione emotiva, rabbia o frustrazione, personalità iperattiva, aggressiva o competitiva, oppure cause fisiologiche come postura errata, disturbi del sonno e malocclusioni dentali. Possono, altresì, contribuire allo stato anche altri fattori, quali l’uso eccessivo di caffeina, alcolici, antidepressivi o droghe o una disfunzione del sistema nervoso.

Digrignare i denti nel sonno: i sintomi negli adulti

L’atto di digrignare i denti nel sonno negli adulti si manifesta con sintomi molto evidenti come formicolio facciale, sensibilità dentale, dolore alla mandibola e alla mascella, al collo e alla bocca. Ed è proprio il dolore, soprattutto, il primo segnale di allarme. I pazienti affetti da bruxismo presentano lo smalto dentale danneggiato (nei casi più gravi si riduce fino a modificare la forma ed esporre la polpa) ed erosioni gravi a carico dei premolari e molari.

Il miglior modo per intervenire tempestivamente, dunque, è lavorare sulla prevenzione con visite specialistiche periodiche.

Cosa fare se i bambini digrignano i denti nel sonno

Può capire di vedere il digrignare dei denti nel sonno anche nei bambini. Cosa fare in questi casi? Se la causa è da imputare ad una malocclusione, basterà solo una visita dall’ortodentista.

L’ortodonzia è una branca dell’odontoiatria che consente di correggere le anomalie dei rapporti tra le arcate, della posizione dei denti e di conseguenza permette di migliorare le malocclusioni. Ad Ivrea il team dello studio dentistico del dottor Pietro Sandrono è a completa disposizione per dare consigli su come rimediare al bruxismo. Un intervento preventivo sarà la prima misura efficace per preservare la dentatura di adulti e bambini. Contattaci per maggiori informazioni.1

Share:

Leave comment

Piazza Germanetti 13 Borgofranco d'Ivrea (TO)
Telefono
0125752173
Cellulare
3405728786