Digrignare i denti di notte: sintomi e rimedi

Digrignare i denti di notte: sintomi e rimedi

Il bruxismo, ovvero la contrazione involontaria della muscolatura che fa digrignare i denti nel sonno, è una patologia che colpisce fino al 20% della popolazione, anche se spesso non è avvertita direttamente dal soggetto che ne soffre ma da chi dorme accanto, perché lo sfregamento dei denti può causare un rumore abbastanza forte. Per scoprire se sei affetto da bruxismo notturno, puoi effettuare una visita dentistica ed esami mirati sulla conformazione della bocca e sulla qualità del sonno, e seguire consigli e prescrizioni del tuo medico di fiducia per alleviare cause e conseguenze del bruxismo.

 

Bruxismo cause: quando stringere i denti non è segno di forza

Digrignare i denti di notte è un fenomeno che dipende da predisposizione familiare, malformazioni mandibolari, problemi di occlusione dentale, alterazioni del sistema nervoso che coordina i movimenti involontari. Spesso viene attribuito a stress, agitazione, rabbia o iperattività: nel bruxismo cause e conseguenze si intrecciano, perché la difficoltà di dormire bene e i problemi ai denti aumentano la tensione. Il bruxismo infatti provoca dolore alle mascelle e ai muscoli cranio-facciali, intacca lo smalto dentale e accelera usura e carie fino a determinare fratture e perdita dei denti, peggiorare la sensibilità alle temperature, indurre cefalee, vertigini e acufeni.

 

Bruxismo rimedi: i trattamenti medici multidisciplinari

Se temi di soffrire di bruxismo, rivolgiti al tuo dentista per effettuare una visita specialistica: una radiografia verificherà l’allineamento delle arcate dentali e, se si sospetta di digrignare i denti nel sonno, una polisonnografia monitorerà l’andamento del riposo notturno. Non sempre però il bruxismo si manifesta di notte: può presentarsi anche di giorno, soprattutto durante l’attività sportiva (in conseguenza di contratture muscolari o cattiva postura) o, nel bruxismo bambini, per reazione ad otiti o mal di denti. Oltre alle cure dentistiche, può essere utile ridurre i fattori di stress, eliminare cibi e bevande eccitanti, praticare tecniche di rilassamento o seguire un percorso di psicoterapia.

 

Come smettere di digrignare i denti di notte

Se il bruxismo bambini spesso si risolve spontaneamente, una volta superata la fase di crescita e sviluppo, per gli adulti diventa necessario ricorrere a un dispositivo medico chiamato bite, una mascherina simile a quella indossata dai pugili per proteggere i denti dall’usura dello sfregamento e per permettere ai muscoli di rilassarsi. I bite, che possono essere duri o morbidi, sono per il bruxismo rimedi che prescrive, controlla e modifica solo l’odontoiatra: per essere efficace e sicuro infatti va personalizzato sulla bocca del singolo paziente, attraverso la rilevazione delle impronte dentali e l’analisi dell’equilibrio muscolare della mandibola. Lo Studio Dentistico Sandrono a Ivrea, aperto dal 2008, grazie alla sua equipe di specialisti in igiene orale, chirurgia e medicina estetica, può offrirti soluzioni tecnologiche all’avanguardia, sensibilità e competenza: affidati allo Studio Sandrono e non stringere i denti per lo stress e il dolore!

 

Share:

Leave comment

Piazza Germanetti 13 Borgofranco d'Ivrea (TO)
Telefono
0125752173
Cellulare
3405728786