Cosa fare in caso di un molare rotto

Cosa fare in caso di un molare rotto

I denti più robusti all’interno della nostra bocca sono sicuramente i molari. Nel processo masticatorio sono fondamentali, perché il loro compito è di triturare il cibo precedentemente tagliato dagli incisivi, e non è un caso quindi che siano molto resistente. Spesso questi denti, però, a causa di carie o di una devitalizzazione possono frantumarsi poco a poco. In queste righe proveremo a capire di fronte ad un molare rotto cosa fare.

Dente rotto cosa fare?

Inutile dire che, in caso di dente cariato rotto, la prima cosa da fare è correre dal dentista di fiducia. Qui l’odontoiatra vi sottoporrà ad una radiografia per verificare l’entità del dente cariato rotto. Laddove la frattura non vi abbia procurato alcun tipo di dolore, sarà probabilmente perché il dente in oggetto era già stato precedentemente devitalizzato. Viceversa, un forte dolore potrebbe essere sintomo di un dente ormai preda della carie, svuotato dalla sua linfa vitale. A quel punto, bisogna valutare a seconda della quantità di molare rotto cosa fare: o ricostruire o eliminare i residui.

Come intervenire su un molare spezzato

Se la frattura non è eccessiva e la parte frantumata è minima, l’ideale è ricostruire. Bisogna in questo caso alloggiarvi una capsula o una corona dentale e prima, laddove la problematica fosse scaturita da una carie, intervenire per ripulire dalla patologia il molare spezzato. E se la frattura invece fosse arrivata alla zona gengivale, con questo dente rotto cosa fare? Risposta ovvia, non sarà possibile alcun tipo di ricostruzione e bisognerà eliminare il residuo del molare. Si tratta di una procedura molto delicata e anche particolarmente costosa, perché potrebbe essere perfino necessario rimuovere parte dell’osso. Fortunatamente, però, l’estrazione sarebbe di tipo atraumatico, perché si opererebbe con l’ausilio di leve, quindi il paziente non sentirebbe alcun tipo di dolore. A quel punto, basterebbe sostituire il dente rotto con un apposito impianto per riempire il vuoto lasciato.

Ricostruzione molare costo?

In casi del genere, il paziente il dolore maggiore non lo sente durante l’intervento, ma al momento del pagamento. Il motivo è perché con la ricostruzione molare il costo varia da un minimo di 80 euro fino a circa 500 euro. Questa forbice così ampia è ovviamente frutto di diverse variabili, come la tipologia di intervento da fare e la quantità di dente da ricostruire. Approfittiamo per ricordarvi inoltre che i prezzi riportati sono puramente indicativi, sulla base della media di mercato. Grazie a queste righe, adesso, avrete qualche nozione in più per capire di fronte ad un dente rotto cosa fare.

Leave comment

Piazza Germanetti 13 Borgofranco d'Ivrea (TO)
Telefono
0125752173
Cellulare
3405728786