Colluttorio alla clorexidina

Colluttorio alla clorexidina

In commercio esistono al giorno d’oggi tantissimi colluttori per l’igiene orale quotidiana. Fra questi, si sente molto parlare del colluttorio alla clorexidina perché particolarmente indicato per disinfettare il cavo orale e soprattutto per prevenire infezioni dentali e infiammazioni gengivali. Vediamo nel dettaglio che cos’è il colluttorio alla clorexidina e quali sono i suoi impieghi terapeutici.

Che cosa sono i colluttori a base di clorexidina

I colluttori a base di clorexidina sembrano essere i più efficaci quando si parla di disinfezione del cavo orale. La clorexidina è infatti un potente disinfettante antibatterico che non viene utilizzato solamente in ambito odontoiatrico, ma trova applicazione anche in altri settori medici. Per un uso odontoiatrico, si presenta appunto come colluttorio e la sua concentrazione può variare in base all’utilizzo che se ne deve fare: un colluttorio con lo 0,05% di clorexidina è consigliato per il trattamento dell’alitosi; lo 0,12% di clorexidina è per il trattamento di infiammazioni gengivali e lo 0,2% viene invece impiegato dai dentisti per lo sciacquo prima di un intervento di chirugia orale.

Gli impieghi terapeutici dei colluttori con clorexidina

I colluttori con clorexidina vengono spesso prescritti direttamente dai dentisti per prevenire alcuni disturbi tipici del cavo orale, come ad esempio infiammazioni, infezioni e sanguinamento delle gengive. La clorexidina permette infatti di eliminare i batteri che popolano il cavo orale, garantendo una disinfezione completa e prevenendo la formazione di placca e tartaro, i principali responsabili delle malattie paradontali. I colluttori con clorexidina vengono inoltre consigliati nel trattamento delle afte orali e, come abbiamo visto, nel trattamento dell’alitosi. In ambito odontoiatrico la clorexidina viene inoltre utilizzata in seguito ad interventi di chirurgia orale, come l’estrazione di un dente, proprio perché permette di prevenire l’insorgere di infezioni. Ad oggi, la clorexidina non si è dimostrata invece efficace nella prevenzione delle carie.

Modo d’uso dei colluttori che contengono clorexidina

È importante conoscere il corretto modo d’uso dei colluttori che contengono clorexidina per garantire un risultati ottimale e soprattutto per non incorrere negli effetti collaterali. Per prima cosa, bisogna utilizzare un colluttorio con una concentrazione di clorexidina adeguata al proprio disturbo: è sempre quindi bene rivolgersi al proprio dentista per essere sicuri del dosaggio che utilizziamo. Bisogna poi prestare attenzione alle indicazioni fornite dal produttore per quanto riguarda le tempistiche dello sciacquo e la quantità da utilizzare. Ricordiamo infine che l’utilizzo di colluttori alla clorexidina non deve essere prolungato nel tempo perché, nel lungo andare, possono alterare la normale colorazione dello smalto dentale, causando così delle antiestetiche macchie sui denti.

Share:

Leave comment

Piazza Germanetti 13 Borgofranco d'Ivrea (TO)
Telefono
0125752173
Cellulare
3405728786